Il trattamento riabilitativo comprende un complesso di attività, finalizzate a favorire la comparsa di competenze posturali e motorie alterate dalla patologia di base.

La riabilitazione neuro cognitiva si ispira alla teoria cognitiva sviluppata negli ultimi 30 anni dal professor Carlo Perfetti-Puccini, secondo il quale il recupero non è solo un problema di muscoli da contrarre, ma un processo complesso che coinvolge anche l’attenzione, la memoria, la percezione, il linguaggio e non si limita alla semplice richiesta di contrazioni muscolari o alla evocazione di attività riflesse, ma è una modalità di apprendimento che si svolge in situazione di patologia.

Il corpo diventa una superficie recettoriale, l’esercizio è quindi di tipo conoscitivo… non puramente motorio.

L’attività psicomotoria si avvale del corpo come veicolo di emozioni e di stimolazioni. L’intervento psicomotorio offre la possibilità di ritrovare l’armonia del proprio essere tramite le componenti motorie ed intellettive.

Il Massaggio è una delle prime forme di cura che l’uomo ha attuato; è particolarmente indicato nelle artrosi, algie, reumatismi, contratture ecc.

 

Sono molteplici le situazioni che rendono utile l’intervento riabilitativo attraverso le principali metodiche:

  • Disfunzioni posturali: iperlordosi, lassità, cifosi
  • Piede piatto
  • Esiti di fratture, distorsioni, lussazioni
  • Affezioni neurologiche
  • Algie vertebrali

 

Tipologia di intervento:

  • Prima seduta e redazione del Programma Terapeutico
  • Consegna di esercizi per continuare il programma anche a domicilio
  • Sedute riabilitative – individuali

The rise in technology use in schools coincides with the dramatic you could try over here increase of children’s use of cloud-based technology tools and computers outside the classroom